Trekking della Fonte Remonda

Data di svolgimento: 15-06-2019

Luogo: Ore 14.50 via ss. Annunziata (in fondo alla strada)

Turno al completo. Lista di attesa.

La visita inizierà alle ore 15.00.

Alla scoperta di ciò che ancora esiste e ricordando di quello che è andato perduto. Partiremo dal poco conosciuto giardino di via ss. Annunziata per raccontare del torrente Aposa che lì sotto scorre e che si può intravedere attraverso una suggestiva finestra, del suo ponte, cantato dal Pascoli come “dei Suicidi”, situato a cavallo di via Codivilla (la vecchia via Panoramica o Napoleonica, già via del Listone) e del condotto della Remonda che si trova ben nascosto ma non troppo lontano dal giardino appena accennato. Percorreremo poi la via di Codivilla verso monte per giungere alla antichissima Fonte della Remonda che si suddivide in due sezioni: esterna e sotterranea. La vista della parte di superficie comprende il complesso che copre la vasca terminale mentre per la parte ipogea, l’ingresso è fortemente collegato al livello dell’acqua (e non sempre fattibile) che resta altamente variabile tra lo zero (0) e i tre (3) metri.

Per arrivare alle Conserve del Remondato si dovrà scendere lungo un declivio coperto di erba (spesso alta), vi sono ortiche e può essere scivoloso.

Nel servizio televisivo di èTvRete7 si può vedere la situazione delle Cisterne quando esse sono a metà capienza. Clicca QUI

Costi: Soci – Non Soci.

Età minima: anni 12

Attrezzatura: calzature da trekking sono altamente consigliate, soprattutto se si entrerà all’interno delle conserve del Remondato. No tacchi, no ciabatte, no infradito.

Indicazioni particolari: portare una piccola torcia e un paio di guanti (per le Conserve).

Per info e prenotazioni: segreteria@amicidelleacque.org / mobile 347-5140369

Durata: circa tre ore.

Come arrivare al giardino dell’Annunziata:

A piedi: NON ARRIVARE CON L’AUTO. LA STRADA E’ SENZA USCITA. E’ STRETTA E VI SONO PARCHEGGI SOLO PER I RESIDENTI. SI RISCHIA IL CARRO ATTREZZI. Dal viale imboccare via san Mamolo in direzione della collina sino a giungere, dopo poche decine di metri, alla prima strada a sinistra che sarà via ss. Annunziata. Percorrerla fino in fondo dove vi sarà l’accesso al giardino.