Porta reliquie votive al Rifugio Vittorio Putti

Il Rifugio antiaereo Vittorio Putti non ha ancora smesso di riservare sorprese.

Dalle sabbie della cava di arenaria, oggi spazio aggiuntivo in esso contenuto ma un tempo luogo a sé stante, è spuntata questa graziosissima e antica scatolina raffigurante al dorso l’effige in rilievo della Madonna di san Luca.

Si tratta di un interessante, piccolo, porta rosario in ottone a forma di libro (o portagioie votivo) che veniva adoperato anche come porta reliquie.
Questi graziosi contenitori potevano avere incise altre figure sacre, come san Giuseppe, ad esempio.

Un ulteriore regalo che le gallerie ci riservano, che la parte devozionale del luogo, così carico di storia, ci restituisce per essere messo in mostra assieme all’ex voto e alle varie medagliette ritrovate.

Siamo sicuri che setacciando ancora altri oggettini verranno rintracciati.