Canali nascosti

Autore
Maria Cecilia Ugolini e Stefano Pezzoli

Editore
Carta Bianca Editore

Anno
2020

Descrizione del libro

La mostra fotografica, che inaugura l’attività dell’Opificio delle acque – Centro didattico documentale, nella sede dei Consorzi dei Canali di Reno e Savena, è dedicata alle coperture dei canali dell’area urbana attraversata dal Canale di Reno e dalle sue derivazioni, nella quale fin dal XIII secolo erano attivi gli opifici idraulici del distretto proto industriale della città.
Le immagini documentano i primi interventi degli anni Venti e Trenta e le demolizioni attorno al Canale Cavaticcio e al Porto Navile, già previste dal piano regolatore del 1889 per modernizzare la viabilità del centro storico.
L’impronte medioevale della “città d’acqua” scomparve definitivamente alla vista con le coperture della seconda metà del ‘900, ritenute necessarie per risolvere problemi igienici, di decoro urbano e di ampliamento della rete stradale.
La sopravvivenza di brevi tratti scoperti del Canale di Reno e del Canale delle Moline (un tratto del Canale di Reno che cambia nome n.d.A.), che oggi costituiscono un’attrazione turistica per la città, fi determinata dal fatto che questi restavano nascosti all’interno di alcuni isolati e non interferivano con la viabilità.