Il canale Navile da Bologna a Malalbergo: la GEA Refrigeration

I luoghi ancora da visitare per l’acquisizione di materiale inedito sono ormai pochi, l’elenco si sta accorciando sempre più. Il lavoro svolto sino ad ora è stato estenuante e davvero non ci aspettavamo una così benevola accoglienza sia dalle Amministrazioni comunali (Castel Maggiore, Bentivoglio, Malalbergo) che dai privati (tanti), che dai Consorzi di Bonifica, che dal Servizio Tecnico Bacino Reno. L’idea del libro evidentemente è piaciuta e cercheremo di non deludere le aspettative. I ringraziamenti saranno davvero molti in quanto lungo i 36 Km di Canale le pertinenze sono tantissime e interessano numerosissime proprietà.

Le difficoltà maggiori? Diverse, ma superate agevolmente. Durante le presentazioni del volume racconteremo anche di queste…

Tra le eccellenze storiche di cui si potrà leggere (“Il canale Navile da Bologna a Malalbergo“), ci sarà anche l’attuale GEA Refrigeration Italy S.p.A che ha saputo raccogliere l’eredità delle antiche Officine Barbieri, situate sin dalla nascita nella frazione Castello del Comune di Castel Maggiore.

Di seguito un breve estratto proveniente dall’archivio dell’azienda che sinceramente ringraziamo per la grande disponibilità:

“Tra i personaggi di spicco che resero famoso e conosciuto il territorio di Castel Maggiore vi fu la famiglia Barbieri che nella seconda metà dell’Ottocento … […] … altre opere di pregevole fattura che fanno ancora bella mostra di se a Bologna, Bari, Bentivoglio, Lizzano in Belvedere, Roma, solo per citarne alcune… […] … Nel 1916 i figli di Deodato (Gaetano ed Emilio, entrambi ingegneri)… […] … Con non pochi sacrifici ottennero l’ordinativo per la costruzione del grande impianto della motonave “Augustus” e per molte… […]… dopo l’interruzione forzata dell’attività produttiva dovuta alla Seconda Guerra Mondiale, lo stabilimento ricominciò nel 1946. In seguito, esattamente il 15 luglio 1964, i fratelli Barbieri vendettero l’azienda, che passò di mano più volte nel corso degli anni successivi… […] …  la GEA Refrigeration Italy S.p.A è un’azienda manifatturiera che costruisce componenti per la refrigerazione industriale ed ha sviluppato un grosso settore di ingegneria e realizzazione specializzato nello studio e implementazioni di strutture integrate. Le sue attività principali consistono nella costruzione di magazzini frigoriferi per la conservazione e la distribuzione di prodotti agricoli e alimentari, impianti di lavorazione e trasformazione di prodotti agroindustriali, impianti di refrigerazione per l’industria chimica e impianti per il trattamento del gas, piste di pattinaggio su ghiaccio ed anelli ad alta velocità. La società, nella sua attuale struttura, rappresenta l’unione di tre importanti entità industriali, ciascuna delle quali con una lunga tradizione di perfezione tecnica e produttiva acquisita nel corso di un’attività pressoché secolare, la “Barbieri” appunto, la “Officine Meccaniche dell’Orto” e la “Leonardo da Vinci”. Nel 1994 la società è entrata a far parte del gruppo industriale tedesco GEA.

– Officine Meccaniche dell’Orto: fu fondata nel 1907 con lo scopo di costruire sistemi frigoriferi. Dopo la fine della I Guerra Mondiale la società avviò la costruzione di impianti di refrigerazione trasportabili di piccole e grandi dimensioni; quegli impianti erano i precursori degli attuali frigoriferi domestici. Negli anni ’50 la società divenne leader nel mercato italiano, negli anni ’70 ne videro l’espansione nei mercati mediterranei e del Medio Oriente, mentre la sua fusione con la GEA Refrigeration Italy risale al 1991.

– Leonardo da Vinci: fu fondata a Milano nel 1907 per la costruzione dei dirigibili Forlanini. Con la fine della I Guerra Mondiale, la società iniziò ad operare nel settore alimentare, specializzandosi nei processi di stagionatura e conservazione della carne, nell’enologia, nella produzione di liquori e nell’applicazione della refrigerazione nell’industria farmaceutica…” .